lunedì 8 aprile 2019

Progetto Oltre le Frontiere - Secondo incontro



Nell'ambito del Progetto Oltre le Frontiere, che ricordiamo si occupa di approfondire il tema della migrazione, si è svolto il secondo incontro con Biblioteche di Roma, Servizio Intercultura in collaborazione con la Biblioteca Caffè Letterario di Via Ostiense (dott.ssa Antonella Capasso).



Ha partecipato il regista Leonardo Cinieri Lombroso che ha introdotto il suo documentario  "Quando non puoi tornare indietro" storia di un ragazzo siriano, Obaida Hanteer, che si trova a dover scappare dalla Siria,  improvvisamente in guerra. Studente universitario, motivato e intelligente, affezionato alla sua famiglia che vorrebbe fortemente aiutare anche economicamente una volta inserito nel mondo del lavoro, Obaida riesce a trasferirsi a Roma.



Classi partecipanti al progetto:
3C - prof. Paola Risoldi
3D - prof. Daniela La Macchia



Sono stati commentati brani scelti dai libri di narrativa proposti.

Letture proposte


Samia è una ragazzina di Mogadiscio. Ha la corsa nel sangue. Ogni giorno divide i suoi sogni con Alì, che è amico del cuore, confidente e primo, appassionato allenatore. Mentre intorno la Somalia è sempre più preda dell'irrigidimento politico e religioso, mentre le armi parlano sempre più forte la lingua della sopraffazione, Samia guarda lontano, e avverte nelle sue gambe magre e velocissime un destino di riscatto per il paese martoriato e per le donne somale. Gli allenamenti notturni nello stadio deserto, per nascondersi dagli occhi accusatori degli integralisti, e le prime affermazioni la portano, a soli diciassette anni, a qualificarsi alle Olimpiadi di Pechino. Arriva ultima, ma diventa un simbolo per le donne musulmane in tutto il mondo. Il suo vero sogno, però, è vincere. L'appuntamento è con le Olimpiadi di Londra del 2012. Ma tutto diventa difficile. Gli integralisti prendono ancora più potere, Samia corre chiusa dentro un burqa ed è costretta a fronteggiare una perdita lacerante, mentre il "fratello di tutta una vita" le cambia l'esistenza per sempre. Rimanere lì, all'improvviso, non ha più senso. Una notte parte, a piedi. Rincorrendo la libertà e il sogno di vincere le Olimpiadi. Sola, intraprende il Viaggio di ottomila chilometri, l'odissea dei migranti dall'Etiopia al Sudan e, attraverso il Sahara, alla Libia, per arrivare via mare in Italia.




Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l'incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l'Iran, la Turchia e la Grecia. Un'odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l'ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età.Questa è la sua storia.





Negli anni tra il 2013 e il 2015 gli arrivi di minori stranieri non accompagnati in Italia sono aumentati del 10%, giungendo a superare la cifra di 15 mila. Da dove vengono questi bambini-Ulisse? Che storie hanno? Perché partono? Cosa succede loro durante il viaggio? Il libro fornisce dati, analisi e interviste a minori non accompagnati, operatori, esperti, forze di polizia, organismi di accoglienza e identificazione. La parte analitica è anche accompagnata da alcune storie, in particolare quella, incredibile, di Keita, che assiste appena tredicenne alla morte dei propri genitori uccisi dalla guerra civile in Costa D'Avorio e, rimasto solo, decide di partire. Analfabeta, senza soldi, ignaro dei principi minimali della geografia, si accoda a un gruppo di profughi che lasciano a piedi il Paese terrorizzati dal conflitto. Passerà una serie infinita di confini, montagne, deserti, mari e situazioni, conoscerà la crudeltà degli uomini, vedrà con i suoi occhi scuri l'abiezione del mondo, conquistandosi il suo futuro in Italia.


Catozzella, G., Non dirmi che hai paura, Milano, Feltrinelli.
Geda, F., Nel mare ci sono i coccodrilli, Baldini & Castoldi.
Attanasio, L., Il bagaglio, Fiumicino, Albeggi.



martedì 26 febbraio 2019

Avviso apertura Biblioteca


Nei giorni di martedì 26 febbraio e giovedì 28 febbraio, eccezionalmente, a causa dell'assenza del volontario AUSER la biblioteca non potrà effettuare l'apertura pomeridiana.

Dalla prima settimana di Marzo, oltre al volontario AUSER entrerà di nuovo in servizio un volontario del Servizio Civile, pertanto, avendo due persone presenti per il turno pomeridiano, si potrà certamente assicurare l'apertura con la solita costanza.

Cogliamo l'occasione per ringraziare i volontari, che con la loro generosa operosità ci permettono di ampliare l'orario di apertura della Biblioteca e di arricchire il nostro OPAC  (catalogo online).

giovedì 15 novembre 2018

#ioleggoperché 2018: le donazioni ricevute





Ringraziamo chi è andato in libreria nell'ambito della Manifestazione #ioleggoperché e ci ha donato un libro.


Abbiamo ricevuto:


Paola Capriolo, le Olimpiadi del Coraggio, Einaudi Ragazzi.

Abstract: Città del Messico, 16 ottobre 1968: sul podio della vittoria dei duecento metri piani due uomini dalla pelle scura stanno a capo chino sollevando un pugno coperto da un guanto nero, mentre il terzo, biondo e di carnagione chiara, guarda dritto davanti a sé. In "Le Olimpiadi del coraggio" Paola Capriolo racconta la storia che sta dietro questa immagine, una delle più famose nella storia non solo sportiva del '900. La vicenda di John Carlos e Tommie Smith, cresciuti in un'America ancora dominata dal razzismo, e quella di Peter Norman, un australiano bianco che credeva fermamente nell'eguaglianza di tutti gli esseri umani. Il gesto di silenziosa protesta compiuto insieme sul podio olimpico, per il quale dovranno pagare un prezzo altissimo, fa di loro tre campioni grandissimi non solo della corsa, ma del coraggio civile.




Rudiger Vaas, Hawking: universo, spazio, tempo,  Libreria Geografica

Abstract: La fisica teorica di Stephen Hawking spiegata attraverso una narrazione semplice. Le più recenti e affascinanti intuizioni riguardanti l'origine dell'universo, lo spazio-tempo e i buchi neri sono presentate e rese comprensibili con l'aiuto di esempi e divertenti bozzetti. Gli argomenti trattati nel volume sono: il mistero del Big Bang; la forza di gravità, cosa sono i buchi neri?; il futuro dei viaggi nel tempo; alieni, cosa c'è al di là della vita?





Kaouther Adimi, La libreria della rue Charras, L'Orma Editore

Abstract: Algeri, oggi. Ryad, svogliato ventenne, studente universitario a Parigi, ha un compito ingrato davanti a se´: svuotare e chiudere la libreria Les Vraies Richesses. Questo polveroso negozio di quattro metri per sette, stipato di volumi ingialliti, foto sbiadite, quadri e mille altri cimeli editoriali, nasconde la storia di un’eccezionale avventura umana e letteraria, custodita dal suo ultimo testimone, il misterioso Abdallah. Algeri, 1936. Edmond Charlot, ventenne entusiasta, dopo un viaggio a Parigi rientra in patria con una grande idea in testa: fondare una libreria-casa editrice che pubblichi scrittori di entrambe le sponde del Mediterraneo, senza distinzioni di lingua, nazionalita` o religione. Sostenuto da una comunita` di ingegni e di affetti, apre al 2 bis della rue Charras un luogo ibrido e accogliente che presto diviene sede delle mitiche E´ditions Charlot, frequentate da aspiranti scrittori come da figure del calibro di Antoine de Saint-Exupe´ry e Andre´ Gide. Da quella appassionata stanzetta, intitolata alle «vere ricchezze» della vita, escono le prime edizioni di testi memorabili, tra cui l’esordio di un giovane di genio: Albert Camus. Mescolando passato e presente, realta` e invenzione, Storia e intima quotidianita`, Kaouther Adimi ci conduce con finezza e semplicita` per le viuzze di una citta` immaginifica e da` vita al romanzo di un traghettatore di libri e di idee che fu, magari senza saperlo, il segreto artefice di molta della migliore letteratura del Novecento.

lunedì 5 novembre 2018

Allerta meteo: bisogna imparare



L'allerta meteo va presa sul serio!    Gli studiosi di meteorologia insieme alla Protezione Civile ci stanno avvisando che ci potrà essere pericolo. Non possono essere sicuri esattamente dove e quando gli eventi previsti si verificheranno, ma noi dobbiamo agire con un comportamento preventivo. Chi non lo fa, può pagare molto cara la sottovalutazione del rischio e può mettere a rischio anche la vita di altri, compresi i soccorritori. Eppure, incredibilmente, molti fanno finta di niente. Ci vuole un'inversione di comportamento e questo potrebbe partire dalle scuole, a mio avviso.
Potremmo organizzare con l'Istituto di  Geologia e  Vulcanologia che sorge, qui vicino a noi, dei seminari per i nostri allievi e per il quartiere.

La protezione civile usa quattro colori che rendono la lettura del pericolo più semplice e immediata. Questi sono denominati codice verde, giallo, arancione e rosso in base all'intensità dei fenomeni e al rischio idrogeologico. La pericolosità è crescente.

L'allerta meteo è un avviso ufficiale utile per la prevenzione dei rischi connessi ad eventi meteo e, per questo motivo, va trattato con estrema serietà. Sulla base delle previsioni meteo delle 24-48 ore successive, viene diramato ogni giorno, a metà pomeriggio, un bollettino di criticità a livello nazionale che descrive i possibili rischi sul territorio causati dall'arrivo del maltempo. 

In particolare l'allerta gialla viene diramata in caso di piogge molto intense, localmente pericolose. Pertanto si sconsigliano alcune attività all’aperto per potenziali situazioni di criticità  Si parla di allerta arancione quando si prevedono fenomeni molto intensi ed estesi (piogge continue e molto abbondanti, trombe d’aria). L'allerta rossa è la più temuta e pericolosa. E’ un avviso di elevata criticità diramata dalla Protezione civile in caso di situazioni estreme che possono essere pericolose per la pubblica incolumità. 

Conoscere l' Allerta Meteo Gialla
L'allerta meteo di grado giallo è un'avviso di ordinaria criticità diramata dalla Protezione Civile in caso di fenomeni meteo localizzati e intensi o diffusi non intensi anche persistenti. Sulla base dell'allerta gialla si prevedono:

- Possibili isolati fenomeni di erosione, frane superficiali, colate rapide detritiche o di fango.
- Limitati fenomeni di alluvionamento nei tratti montani dei bacini a regime torrentizio
- Repentini innalzamenti dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori (piccoli rii, canali artificiali, torrenti) con limitati fenomeni di inondazione delle aree limitrofe. 
- Fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione acque, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali
- Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili. 

Con una allerta gialla sono possibili localizzati danni ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque; localizzati allagamenti di locali interrati. Localizzati danni alle coperture e alle strutture provvisorie con trasporto di tegole a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria. Rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature con conseguenti effetti sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione servizi. Danni alle colture agricole, alle coperture di edifici e agli automezzi a causa di grandinate. Localizzate interruzioni dei servizi, innesco di incendi e lesioni da fulminazione. Occasionale ferimento di persone e perdite incidentali di vite umane. Localizzati danni ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati dai fenomeni franosi. Localizzati e limitati danni alle opere idrauliche e di difesa spondale e alle attività antropiche in alveo.

Conoscere l' Allerta Meteo Arancione
L'allerta meteo di grado arancione è un'avviso di moderata criticità diramata dalla Protezione Civile in caso di fenomeni meteo diffusi, intensi e persistenti. Sulla base dell'allerta arancione si prevedono:
- Diffuse attivazioni di frane superficiali e di colate rapide detritiche o di fango. 
- Possibilità di attivazione/riattivazione/accelerazione di fenomeni di instabilità anche profonda di versante, in contesti geologici particolarmente critici.
- Possibili cadute massi in più punti del territorio.
- Significativi innalzamenti dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe e delle zone golenali, interessamento dei corpi arginali, diffusi fenomeni di erosione spondale, trasporto solido e divagazione dell’alveo. 
- Possibili occlusioni, parziali o totali, delle luci dei ponti.

Con una allerta arancione sono possibili:
- Diffusi danni ed allagamenti a singoli edifici o piccoli centri abitati, reti infrastrutturali e attività antropiche interessati da frane o da colate rapide.
- Diffusi danni alle opere di contenimento, regimazione ed attraversamento dei corsi d’acqua, alle attività agricole, ai cantieri, agli insediamenti artigianali, industriali e abitativi situati in aree inondabili.
- Diffuse interruzioni della viabilità in prossimità di impluvi e a valle di frane e colate detritiche o in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico. 
- Pericolo per la pubblica incolumità/possibili perdite di vite umane.

Conoscere l' Allerta Meteo Rossa
L'allerta meteo di grado rosso è un avviso di elevata criticità diramata dalla Protezione Civile in caso di fenomeni meteo diffusi, molto intensi e persistenti. Sulla base dell'allerta rossa si prevedono:

- Numerosi ed estesi fenomeni di frane superficiali e di colate rapide detritiche o di fango.
- Possibilità di attivazione/riattivazione/accelerazione di fenomeni di instabilità anche profonda di versante, anche di grandi dimensioni.
- Possibili cadute massi in più punti del territorio.
- Piene fluviali con intensi ed estesi fenomeni di erosione e alluvionamento, con coinvolgimento di aree anche distanti dai corsi d'acqua. 
- Possibili fenomeni di tracimazione, sifonamento o rottura delle opere arginali, sormonto delle opere di attraversamento, nonché salti di meandro.

mercoledì 31 ottobre 2018

Maratona di Lettura 2018. Letture scelte



Fonte web

Per chi, incuriosito dai brani scelti per la lettura ad alta voce, vuole ora leggere il libro ecco l'elenco dei libri scelti:

Althenopolis di Fabrizia Ramondino
La variante di Lunenberg di Paolo Maurensig *
La ragazza delle arance di Jostein Gaarder
16 ottobre 1943 di Giacomo Debenedetti *
Alla ricerca di un gettone Cosa tiene accese le stelle di Mario Calabrese *
La ragazza della neve di Pam Jenoff
Furore di John Steinbeck *
Il Sergente nella neve di Mario Rigoni Stern *
La rivoluzione dei piccoli pianeti di Pierluigi Sullo
Natale del '45 di Mario Rigoni Stern
La Malga  di Mauro Corona
Il tuo nome sulla neve di Clelia Marchi
La lingua salvata di Elias Canetti
Il granchio nella risacca di Bruno Cascianelli
Agutu e la capra autoctona trentina di razza mochena (storia elaborata tratta da fonti esterne)
Di questo amore non si deve sapere di Ritanna Armeni
Le mie nove vite Carla Cohen *
Una donna può tutto di Ritanna Armeni
L'amore ai tempi del colera di   G. G. Marquez
Londra per famiglie di Mila Venturini
Vita di Melania Mazzucco  Immigrazione sgradita; Non Venite; Lettere al Direttore *
Roma di ieri e di oggi di Sertorio Martorelli *
Ora dimmi di te. Lettera a Matilda di Andrea Camilleri letto da Daniele D'Amico
Io sono con te: storia di Brigitte di Melania Mazzucco
Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enrico Brizzi *
un Filo d'olio di Simonetta Agnello Hornby
Giovanni e Maria: lettere dal fronte di Elisabetta Presti *
Kodak moment da Cosa tiene accese le stelle di Mario Calabresi *

Si ringraziano gli autori che sono intervenuti: Mila Venturini, Pieluigi Sullo, Bruno Cascianelli, Sertorio Martorelli, Daniela D'Amico e Paolo Amadio. 

Si ringraziano i lettori: studenti e docenti    elenco in progress.

* posseduto dalla biblioteca

Libriamoci 2018 abbiamo partecipato anche noi! Maratona di Lettura 2018



La Biblioteca dell''I.T.A. Giuseppe Garibaldi ha aderito a Libriamoci  con la quarta edizione della Maratona di Lettura "Readathon". Questo appuntamento ricorrente in ottobre, grazie al MUIR e al MIBAC  è un'oppurtunità per creare un clima di unione tra lettori, per far conoscere a chi non è un lettore forte nuovi libri, per incuriosire e avvicinare alla lettura quei ragazzi che ancora non leggono.

Organizzare una maratona di lettura non è semplice. Possiamo dire la verità? E' faticoso. Non come andare in miniera, certo! Ma per chi non si sia mai posto il problema, vi diciamo che organizzare fino al più piccolo dettaglio, invitare autori con i quali far quadrare date e orari, prevedere anche le defezioni dell'ultimo minuto, lavorare con i colleghi per preparare le classi, scegliere insieme ai lettori i brani significativi, cronometrarli per essere sicuri di stare nei tempi, ripassare le letture per renderle nella migliore interpretazione possibile, creare un archivio, farsi cedere per un giorno l'aula magna, assicurarsi che audio e video funzionino a dovere, è una sfida per tutti.

E quindi? E quindi ringraziamo tutti, ma proprio tutti, per aver partecipato, per aver creduto nella lettura anche quest'anno!

Troverete QUI l'elenco dei libri scelti per le letture di quest'anno.


Leggere ti innalza, ti fa conoscere il mondo, queste immagini non hanno bisogno di spiegazione.








lunedì 24 settembre 2018

#ioleggoperché 2018 I nostri desiderata





Pagina in continuo aggiornamento

Su questa pagina trovate i nostri desiderata. I titoli di libri di nuova uscita oppure da sostituire perché deteriorati.

Se scegliete un titolo e vi impegnate ad acquistarlo per donarcelo, dovrete lasciare un messaggio qui sotto, in modo che possa essere cancellato dall'elenco per evitare l'acquisto di doppioni.

Ricordatevi che per ogni dono, L'AIE (Associazione Italiana Editori) regalerà un altro libro, quindi donate!

Le librerie gemellate con noi sono:

Libreria Europa - I Granai Via Mario Rigamonti n° 100 Roma - zona Roma 70
Libreria Mondadori Bookstore - Roma Europa - VIALE EUROPA, 86/90 - zona EUR Centro
Libreria Pagina 348 - Via Cesare Pavese, 348 - zona EUR Pavese

Elenco Desiderata in ordine di preferenza

Io resto qui, Marco Balsamo, Einaudi.
Furore, John Steinbeck, Bompiani.
Di questo amore non si deve sapere: la storia di Inessa e Lenin, Ritanna Armeni, Ponte delle Grazie.
Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte, Ritanna Armeni, Ponte delle Grazie.
Bombardare Auschwitz: perché si poteva fare, perché non è stato fatto. Umberto Gentiloni Silveri, Mondadori.
Elogio della Costituzione, Giovanni Maria Flick, Paoline Editoriale Libri.
Io sono con te. Storia di Brigitte, Melania Mazzucco, Einaudi.
Giovanni Falcone. Le idee restano, Maria Falcone, Monica Mondo, San Paolo Edizioni.
Non lasciamoli soli: storie e testimonianze dall'inferno della Libia. Quello che l'Italia e l'Europa non vogliono ammettere, Francesco Viviano, Alessandra Ziniti, Chiarelettere.
Un filo d'olio, Simonetta Agnello Hornby.
L'usignolo, Kristin Hannah, Mondadori.
Sentieri partigiani in Italia, Diego Marani, Terre di Mezzo.
La libreria della Rue Charras  Kaouther Adimi  L'Orma Editore.
Due di tutto e una valigia, Mila Venturini, Nottetempo.
Londra per famiglie, Mila Venturini, Nottetempo.
Il caso Ildegarda, Edgar Noske, Emons.
Colpo di Stato: L'assalto dell'Europa e della Finanza alla Grecia e ai Paesi del Sud Europa
Tiziana Alterio, Franco Fracassi, Indipendently published.
Lettera a una professoressa, Lorenzo Milani, Libreria Editrice Fiorentina.
«Perché mi hai chiamato?». Lettere ai sacerdoti, appunti giovanili e ultime parole,
Lorenzo Milani, San Paolo Edizioni.